FOTOGRAFIA BILL

5 cose da fotografare a… Catania

Catania è la seconda città più grande in Sicilia, situata alle pendici dell’Etna e bagnata dal mar Ionio. Ultimamente, la sua varietà paesaggistica, la bellezza del barocco del centro storico e la movida notturna hanno attirato sempre più turisti, provenienti sia dall’Italia che dall’estero; vediamo, quindi, quali sono le 5 cose da fotografare immancabilmente durante il soggiorno in città.

1- Piazza del Duomo e “u liotru”: la Cattedrale di Sant’Agata, edificata per la prima volta intorno alla fine dell’XI secolo e più volte distrutta da terremoti ed eruzioni, è opera dell’architetto G.B. Vaccarini, ed è stata terminata nel 1834. La statua dell’elefante che campeggia nel centro della piazza è simbolo della città.

LIOUTRU

2- La Pescheria e i mercati: il mercato del pesce è il più caratteristico della città, e si trova dietro piazza del Duomo. Risalendo via Etnea, invece, in via Pacini, si entra al mercato detto “fera o’ lune”. Nei mercati si respira lo spirito più autentico della città ed il folklore locale.

pesce

3- Via Crociferi e Piazza Dante: è la parte settecentesca della città, dove lo stile barocco è incontaminato. Vi consiglio di entrare negli edifici che una volta erano monasteri, e adesso sono per lo più sedi di Università o licei; i pavimenti lavici fanno da contraltare alle colonne bianche, per un risultato molto suggestivo.

crociferi

4- Il mare: proseguendo oltre il lungomare di Catania si trovano i comuni di Aci Castello e Aci Trezza, borghi di pescatori che d’estate si riempiono di turisti. Una visita è d’obbligo, per i porticciolo colorati ed il colore del mare, reso di un blu intenso dalla costiera lavica.

ACITREZZA

5- Le terrazze e la vista aerea: le cupole delle molte chiese della città sullo sfondo dell’Etna vi faranno innamorare. Andate sulla terrazza della Badia di Sant’Agata o a quella dell’Ostello degli Elefanti e all’ultimo piano di Villa Cerami, facoltà di Giurisprudenza, per ammirare sia la vista dell’Etna che quella della cupola del porto e del Duomo.

Ostello

Elvira Puleio (elvireadele)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *